Pesci di terra

In pochi anni il mondo della pesca è cambiato. Non tanto nei modi di pescare, ma nel modo di esibire.

Come in ogni attività che si rispetti, esistono i top player, quelli che pescano molto e giustamente non si fanno mai un bagno di umiltà. Poi ci sono quelli che pescano, generalmente bene ma non esageratamente, che fanno tante altre cose oltre alla pesca tanto da lasciarla ad hobby secondario. Ed infine, quelli che pescano un pesce, ne fanno mille foto, e le pubblicano su tutti i social possibili. Dimentico qualcuno? SI.

LE DONNE SU ISTANGRAM che posano con PESCI di MARE.

Non sono mai più entrato su FB, da quando ho visto cose incredibili. Persone che si spacciano per quello che non sono, si erigono a monumenti imprescindibili di una società marcia, e poi li conosci tutti e sai bene quello che combinano e come lo fanno. Il vomito.

Ma, già per lavoro, utilizzavo Istangram. Molti pescatori oltreoceano pubblicano foto veramente incredibili, scatti da sogno, con pesci che qui neanche ci sogneremo di vedere. E scorrendo la home dell’applicazione, mi vedo una ragazza in bikini con un GT in mano…

Dico WOW. Finalmente una donna che ha capito qualcosa della vita. Allora decido di seguire il profilo e la cosa si chiude li. Il giorno dopo, viene pubblicata un’altra ragazza con un’altro gigante del mare in mano. Poi un’altra, e un’altra ancora. E siccome istangram ti consiglia chi seguire, ho sbirciato anche nei profili simili, trovando un carrettone di belle ragazze che posano con pesci di mare.

Io, che ricordi, le avevo lasciate a posare con pesci di terra. La situazione non quadra.

Trovo profili di ragazze bellissime, per carità, che posano con pelagici giganti. E mi sento in diritto di avanzare alcune ipotesi sull’accaduto :

  • Finalmente anche le donne hanno compreso l’universalmente riconosciuta importanza della pesca a spinning, lasciando a casa borse e corsetti e ponendosi al servizio di madre Rapala ;
  • Come nel peggiore dei film di fantascienza, le donne stanno conquistando il mondo, e decidono di partire attaccando i pilastri portanti di questa società maschilista : la pesca a SPINNING ;
  •  Sono geloso dei pesci visti in foto, ed il mio ego interviene sul cervello, modificando gli uomini in donne, sminuendo clamorosamente il valore della cattura ed attribuendolo alla variabile “CULO” ;
  • I charter e le aziende di pesca stanno strumentalizzando le belle ragazze al fine di avvicinare il più possibile gli uomini abbarzottati non ancora del tutto schiavi del consumismo mediatico legato allo spinning, ragione per cui dove non arriva il pesce arriva la gnagna.

Penso e ripenso, e se non ricordo male, anche qualcuno qui in Europa ci ha provato. Peccato che servano belle ragazze, e non scaldabagni con i baffi per vincere a questo gioco.

WE WE WE…anche io mi sto facendo prendere da questo giochetto delle belle ragazze…ASPETTA UN SECONDO. La polemica non è su quanto sia figa la ragazza nelle foto, che chiaramente passa in primo piano rispetto al pesce, ma su quanto le ragazze che posano con i pesci stiano diventando strumento di arraffamento delle masse dotate di manganello.

Diamoci una svegliata : non si può mischiare la carne con il pesce. Datemi pure del conservatore, ma la pesca deve rimanere la pesca, e per quanto adori le donne, lo spinning è rimasto l’ultimo angolo di pace dove rifugiarsi, lontano da tutto e da tutti, e se tendiamo la mano a questo tipo di aperture, come se non avessimo già accettato abbastanza le finzioni che vediamo da alcuni rappresentanti del mondo della pesca,  rischiamo di trovarci con un minestrone di correnti e di ideologie diverse che snaturano il concetto di ONE MAN, ONE ROD, ONE LURE.

E sia ben chiaro, per chi non lo avesse capito e che rasenta il limite dell’unico neurone,che la mia presa di posizione non è contro le donne a pesca, in cui mi trovate d’accordo, perché è sempre bello ampliare il ventaglio di opinioni relative a questa magnifica attività. Semplicemente, non sono d’accordo sulla strumentalizzazione della donna a pesca, modella pagata per attirare masse di idioti a mettere mi piace più per le zinne che per la cattura.

Non pieghiamoci a questi sporchi giochi di Marketing. Le modelle, lasciamole posare con i bei ragazzi, i cosi detti “Pesci di terra”, nelle copertine di Vogue, spazio giustamente guadagnato.

I pesci di mare, quando li peschiamo, lasciateli a noi.

fotomonta

 

 

 

 

 

 

 

 

2 pensieri riguardo “Pesci di terra”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...