Catch & Release Lifestyle – Contest Fotografico 2013

Copia di Locandina

Eticamente corretto, rilasciare i pesci.

Vuoi partecipare al contest fotografico del blog?

L’iscrizione è gratuita e basta una foto per vincere i premi!

Compila il form qui sotto descrivendo in due parole il tipo di cattura, verrai ricontattato per e-mail nel giro di pochi giorni, oppure manda direttamente la foto/video con titolo alla mail saltwaterfables@yahoo.it.

Il regolamento è dopo il form di iscrizione,leggilo con attenzione.

E, bisogna specificare, che non vogliamo peccare di presunzione, non siamo nessuno, non ci interessa diventarlo,non è una questione di “elevarsi” o di credere che lo spinning sia migliore di altre tecniche. NO. E solo uno sfogo, un cercare di rendere un poco migliore la situazione tragica che ogni giorno vivo (e sono,sicuro, VIVIAMO) nei nostri mari. Un continuo prendere senza etica, senza capire che rilasciare un pesce di cui “non ti mangeresti niente” oggi equivale ad una possibilità di continuare a pescare domani.

Spetta a tutti noi avere un occhio di riguardo.

E’ evidente che questa è una campagna di sensibilizzazione al C&R, i premi non saranno costosissime attrezzature visti i miseri fondi (ahimè) di cui dispone chi scrive in questo spazio, ma quasi sicuramente esche, abbigliamento tecnico o altri accessori riguardanti il mondo dello spinning in mare.

Dipende dalla vostra partecipazione.

Non sono ammesse foto sanguinolente o video dove la preda non viene trattata con la cura prevista per effettuare un rilascio corretto. 

Regolamento

Poche regole ma chiare e imprescindibili.

Foto e video

Il numero massimo è di una foto ed un video per ciascun iscritto. La foto verrà pubblicata nella sezione apposita del blog, mentre, per il video, basterà il link di youtube postato sotto la foto.

Non verranno accettate foto sanguinolente o video dove il rilascio del pesce non è avvenuto in maniera corretta.

A questi fini, a breve pubblicheremo un articolo, dove sono racchiuse le opinioni di vari spinner “navigati”, con i consigli sul C & R.

Tempi di pubblicazione

Le foto/video potranno essere inviate/i in qualunque momento, entro e non oltre il 31 Dicembre (che potrebbe prorogarsi). Saranno pubblicate sul blog a partire dal primo di Gennaio, ed il contest verrà chiuso l’ultimo giorno di febbraio.

Votazione

La votazione avverrà attraverso il modulo che verrà apposto in cima alla pagina dove verranno pubblicate le foto, sarà scritto l’autore ed il titolo della foto.

Le foto saranno postate tutte sotto il modulo di votazione in ordine misto.

La votazione sarà compiuta dai lettori del blog, lo staff non avrà possibilità di interagire in nessun modo.

Vincitore

Saranno vincitori i tre concorrenti che alla data dell’ultimo giorno di Febbraio avranno ricevuto più voti in maniera assoluta.

Premi e spedizione

I premi saranno pubblicati nella pagina delle foto il 31 Dicembre. Come già scritto, non aspettatevi costosissime attrezzature, è giusto per mettere un poco di pepe al contest.

Una volta finite le votazioni e decisi i vincitori, ci occuperemo noi stesso di spedire attraverso posta raccomandata i premi ai diretti interessati, i quali DOVRANNO CONTATTARE attraverso il modulo in cima alla pagina lo staff per inviarci gli estremi.

Varie ed eventuali

Chiunque voglia contribuire al contest, mettendo in palio ciò che ritiene giusto, può farlo contattandoci attraverso il solito form in cima alla pagina. Chiaramente, sarà tutto trasparente, e sarà evidenziato il “benefattore”.

SWC

Esche – Molix Sator Worm 4″

Da un po di tempo a questa parte, le ore da dedicare alla pesca si sono ridotte drasticamente.

Una sola alba in settimana e giusto qualche tramonto sono i cambi di luce che posso sfruttare. Di conseguenza, ha preso piede l’idea di andare qualche ora dopo cena, ma non volevo pescare con le solite hardbaits da scogliera. La scelta è ricaduta sulle esche in silicone, attraverso le quali ho piano piano affinato l’idea di pescare con fili molto sottili e canne corte ma sensibilissime.

Le stesse, con le quali,alla fine, mi sono dedicato alla pesca delle lampughe.

Testando varie esche, trovando il giusto compromesso tra lancio e peso ideale per affrontare le svariate situazioni , ho trovato la mia dimensione con una canna GLoomis in GLX da 4/16 di oncia ed un mulinello 2500, caricato di 10 libbre e Fluorocarbon dello 0,30.

Ho deciso di dedicarmi alla pesca della spigola in porto, cercandola nell’ombra delle barche, nelle buche, a mare praticamente piatto, con testine piombate di grammatura massima 5 grammi e con siliconi che variano dal solito grub alle forme più insolite.

E girando nel web, mi sono imbattuto in un esca che secondo me ha molto da dire, i Sator Worm da 4″ della Molix :

Sator 4

Il silicone, al tatto, è di ottima qualità, facile da innescare, morbido, ma non tanto da sfaldarsi nel caso decidessimo di cambiare testina con un amo e viceversa.

La particolare forma con il corpo zigrinato permette all’esca di emettere vibrazioni,neanche tanto impercettibili, ma la cosa che mi più mi ha colpito è la pallina in coda : permette un leggero sbilanciamento dell’esca in fase di richiamo in caduta. Un innesco con testina piombata legato ad un recupero a colpetti di cimino laterali e verso l’alto, intervallato da pause, così da permettere all’esca un leggero affondamento, imprimono all’esca un movimento da piccola anguilletta, , con rapidi guizzi verso ogni direzione.

Foto_uno

Il recupero appena descritto è quello che personalmente utilizzo per la maggiore, ma l’esca in questione è polivalente. Recuperata lentissima su fondali sabbiosi, fa impazzire gli scorfani, i quali puntano subito alla pallina in coda, la quale sparisce dopo pochi lanci tranciata di netto dai nostri voraci amici.

Foto_2

E capitato più volte di avere attacchi a ripetizione, e trovare il silicone tagliato di netto.

Foto_3

Ma il target, senza nulla togliere alla cattura dello scorfano è la spigola.

Le condizioni di piatta ed assenza di corrente non sono proprio il massimo per la cattura della lunatica regina. Vado a disturbarla dove credo che possa riposare, oppure sia nascosta in attesa del passaggio di qualche malcapitato pesciolino : nell’ombra delle barche ormeggiate, sotto i moli, ai bordi dei canaloni.

DSCN6642

Le catture di spigole di piccola e media taglia non sono mancate, hanno dimostrato subito forte interesse verso il movimento del Sator Worm. Il continuo saltellare dell’esca a mezz’acqua ha incuriosito non solo le spigole, ma anche qualche serra, che per ovvi motivi non è una cattura possibile da portare a termine con terminali così fini, se non nel caso in cui l’amo perfori solo la parte esterna della bocca.

DSCN6643

In conclusione, credo che la varietà di colori con cui viene prodotta, sia un ulteriore punto a suo favore : personalmente con acqua limpida uso colori scuri, mentre ad acqua torbida preferisco un colore più chiaro come quello in foto.

Sicuramente un esca da provare, nella misura 4″. Viene prodotto in una misura più piccola (2,5″), ma la vedo più orientata al rock fishing.

Alla prossima!

Matteo